Tecniche di trapianto di capelli: confronto FUT e FUE

Tecniche di trapianto di capelli: confronto FUT e FUE


Ciao a tutti Siamo arrivati al momento clou dell’intervento Quale tecnica scegliere Le tecniche fondamentalmente più
importanti più diffuse sono due La prima è la tecnica FUT o STRIP la seconda è la tecnica FUE In che cosa si differenziano queste due tecniche? Si differenziano
fondamentalmente nella modalità di prelievo dei capelli ancor meglio nella modalità di prelievo delle unità follicolari che andremo a ritrapiantare sulle zone calve Guardiamo la FUT o tecnica STRIP Consiste nell’asportazione di una striscia di cuoio capelluto e nella sutura della zona donatrice, quindi dove avremo portato via questa striscia non
ci sarà assenza di tessuto perché faremo ravvicinare i margini con dei punti e sutureremo Dove avremo portato via la striscia
cosa rimarrà? Una sottile cicatrice abitualmente della larghezza di un
millimetro che anche con i capelli molto corti non si vede Questa cicatrice verrà sfruttata per, eventualmente, un
successivo intervento per fare nuovamente un prelievo Quindi teoricamente se un paziente fa 2-3 interventi la cicatrice rimane sempre unica,
perché sfruttiamo sempre la stessa incisione E veniamo alla nostra STRIP abbiamo la STRIP, cosa ne facciamo? Questa STRIP viene affidata ad una equipe specializzata che
avrà lo scopo di estrarre i capelli e le unità follicolari In modo molto minuzioso e quindi con l’ausilio di sistemi di
ingrandimento, che possono essere dei particolari microscopi stereoscopici o dei particolari occhialini ingrandenti che permettono quindi una separazione anatomica non danneggiando i capelli necessari per il trapianto Diciamo che la FUT, oltre che trasferire un maggior numero di capelli permette di avere una più elevata percentuale di attecchimento rispetto alla FUE Richiede però una buona esperienza chirurgica da parte del chirurgo un’equipe addestrata un ambiente idoneo e deve essere fatta in tempi ragionevoli, in modo tale da avere un attecchimento ideale Perché non è importante quanti capelli preleviamo è molto più importante quanti di quelli prelevati, attecchiscono In ragione di questo bisogna usare una tecnica idonea Veniamo alla tecnica FUE Innanzitutto mi
permetto di dire che non è assolutamente una novità è una tecnica un pochettino più
commerciale e poi vedremo perchè Pensate che una tecnica simile alla FUE veniva già effettuata più di 25
anni fa da alcuni chirurghi tedeschi e francesi, c’era
anche un chirurgo italiano ed era l’evoluzione della tecnica dei ciuffetti di bambola
che venivano fatti più piccoli Come si fa ad effettuare questa tecnica? È una tecnica per cui il
prelievo viene effettuato attraverso dei bisturi circolari che sono come delle piccolissime carotatrici che vengono inserite nello spessore del
cuoio capelluto permettono di estrarre il capello Naturalmente si tratta di un prelievo alla cieca, perché è come utilizzare una carotatrice per fare una
carota di cuoio capelluto da tirar fuori con dentro il capello e trattandosi proprio di una prelievo alla cieca certe volte il capello lo prendiamo certe volte non lo prendiamo certe volte lo danneggiamo, certe volte
danneggiamo quello vicino Questo fa sì che la percentuale di
attecchimento sia più bassa e chi si sprechino o si danneggino più capelli allora noi ci troviamo di fronte a dei
pazienti che di capelli ne hanno già pochi, perchè sprecargliene degli altri? Inoltre questa tecnica e’ una tecnica che ha dei tempi molto più lunghi un eccessivo allungamento dei tempi di
intervento abbassa la percentuale di attecchimento e poi, non è vero che non ci sono cicatrici Ci sono le cicatrici sono tante piccole cicatrici che sono l’esito dei buchini che abbiamo fatto
per tirar fuori le unità follicolari quindi cosa succederà? Nell’intervento successivo, qualora necessario, dovremmo farne delle altre di cicatrici, che confluiranno assieme a quelle dell’intervento
precedente dando delle antiestetiche aree di diradamento col capello lungo Perché viene effettuata? Perché è un po’ una semplificazione per
certi aspetti ma come tutte le semplificazioni, molte volte è anche meno soddisfacente Questo non toglie che ogni tecnica può essere poi ottimale nelle mani di un buon chirurgo Perchè si possono trasferire più
capelli perché se ne danneggiano di meno perchè ne attecchiscono di più in
rapporto al più breve tempo di intervento Non è vero che la tecnica FUT o STRIP lascia cicatrici e la FUE no, perché la
FUE lascia tante piccole cicatrici oltretutto queste piccole cicatrici non
sono come quelle della FUT (o STRIP) che vengono
riutilizzate in un successivo intervento se ne generano
delle altre che possono determinare delle chiazze di alopecia o di mancanza di capelli confluenti
nell’area donatrice Per cui se voi oggi mi chiedete un parere visto che faccio chirurgia della calvizie da 30 anni e che domino tutte e due le tecniche, oltre alle altre io vi consiglio la tecnica FUT (o STRIP) Poi, a voi il giudizio.

DIY Indian Herbal Shampoo Recipe (Very Easy to Make!)

DIY Indian Herbal Shampoo Recipe (Very Easy to Make!)

Hi guys! So today I’m going to show you a new way how to wash your hair, and I’m absolutelyRead More DIY Indian Herbal Shampoo Recipe (Very Easy to Make!)

3 Quick And Easy Hairstyles For Greasy Hair

3 Quick And Easy Hairstyles For Greasy Hair

When my hair gets greasy or oily I like to keep it off my face, but look stylish at theRead More 3 Quick And Easy Hairstyles For Greasy Hair

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *